Top con ruches – tutorial di MadebyRae

This weekend, thanks to some babysitting from wondermike, I could make this lovely spring ruffle top following a very easy and hugely satisfactory tutorial from Made by Rae posted on Sew, Mama, Sew!

It’s been very easy to make it and I love the result, awesome tutorial indeed! I loved it so much I have made a translation available for my italian craft mates. I hope is ok with the author.

 top-ruffles-blog

Questo weekend, grazie a wondermike che ha fatto un (bel) po’ di babysitting, sono riuscita a fare questo top  seguendo le spiegazioni di questo splendido e facilissimo tutorial di Made by Rae su Sew, Mama, Sew!

Ho pensato di tradurlo in italiano per chi volesse cimentarsi:

TOP CON RUCHES – TUTORIAL di MADE by RAE (tutte le foto sono di Made by Rae)

Step 1: Prendere la misura del torace e dei fianchi.?

Misurare attorno al torace, con il centimentro sotto le ascelle e sopra il seno (non nella parte più ampia del petto).  Arrotondare gli eventuali millimetri, aggiungere 2,5 cm di morbidezza, dividere per due e infine aggiungere 2 cm per i margini.

Esempio: Se la misura del torace è 86,5 cm arrotondare a 86 cm + 2 cm (morbidezza) =

88 cm / 2 = 44 cm + 2 cm (margini) = 46 cm (questa misura verrà chiamata X cm).

Questa è la formula per le tue misure:

:?____ + 2 cm = _____ / 2 = _____ + 2 cm = ________ cm

Dopodichè misurare la circonferenza fianchi nel punto della loro massima larghezza. Dividere questo numero per 2 e aggiungere 2 cm per i margini.

Esempio: Se la circonferenza fianchi è 97 cm allora:

97 cm / 2 = 48,5 cm (arrotondare a 49)+ 2 cm (margini) = 51 cm (che chiameremo Y).

Dettaglio del dietro.

Step 2: Tagliare i pezzi.

Per il busto e le spalline: Tagliare 4 rettangoli, ognuno di 13 cm per X cm.

La maggior parte dei tessuti sono più elastici in un verso che nell’altro (fare una prova sul tessuto tirando orizzontalmente o verticalmente per vedere quale è il verso più elastico o “traverso filo”). Dal momento che questo capo si infila senza lampo o simili, assicurarsi di tagliare il lato più lungo di ogni rettangolo nella direzione del traverso filo ovvero della maggiore elasticità. Due dei rettangoli saranno per le fasce del busto (davanti e dietro), e due per le spalline (anche se solo due sono mostrati nella foto sopra).

Per le tasche: Tagliare 2 rettangoli, ognuno di 15 cm x 30 cm.

Per le ruches: Tagliare 2 rettangoli, ognuno di 7 cm x 55 cm.

Per il busto del top: Tagliare 2 trapezoidi come mostrato nel diagramma (vedi anche spiegazione sotto):

Top / Petto = X cm + 15 cm

Height / Lunghezza = 45 cm o lunghezza desiderata

Bottom / Fianchi = Y cm + 15 cm

Ovvero: Per la larghezza del top sopra, prendere X cm e aggiungere  15 cm per le pieghe (o per l’arricciatura). Per la larghezza all’orlo, prendere Y cm e aggiungere 15 cm di morbidezza  (non deve risultare troppo attillato ai fianchi).

Per la lunghezza: 45 cm è più che sufficiente per una taglia M (ma è comunque meglio dover accorciare che allungare dopo!)

Nell’incertezza misurare verticalmente la lunghezza dal petto ai fianchi, aggiungere qualche cm per l’orlo e utilizzare questa misura come lunghezza.

Per esempio: Un trapezoide può misurare 46 cm + 15 cm =  61 cm all’orlo superiore, 50 cm + 15 cm = 65 cm all’orlo inferiore, per 45 cm di altezza.

Step 3: Unire le fasce del petto e segnare la posizione delle spalline.

Prendere i due rettangoli delle fasce del petto e posizionare i dritti l’uno contro l’altro. Cucire ciascun fianco con cucitura a 1 cm.

Stirare le cuciture aperte, piegare a metà per il verso della lunghezza la fascia e stirarla. Ripiegare a 0,7 cm verso l’interno e stirare uno dei margini dell’anello della fascia; questo sarà il lato interno della fascia del top.

Piegare ciascuna delle fasce delle spalline a metà lungo la lunghezza e stirare.

Stirare all’interno piegando a 0,7 cm uno dei lati lunghi di ciascuna fascia (questo margine ripiegato sarà il lato interno della spallina).

Segnare il centro del davanti e del dietro delle fasce del petto con un pennarello lavabile o un gessetto. Appuntare ciascuna spallina al davanti della fascia a distanza uguale dal centro (ad esempio 8 cm). Lasciar per ora libero il dietro il dietro delle spalline.

Provarsi le fasce ed eventualmente aggiustare la spaziatura (tener presente che le ruches anche occuperanno 7 cm per lato). Se è possibile farsi appuntare da qualcuno il dietro delle spalline nella giusta posizione sempre a distanza uguale dal centro. Può esser d’aiuto per migliorare l’aderenza alle spalle inclinarle leggermente (come mostrato nella foto sopra).

Segnare la fascia del petto nei punti in cui incontra la spallina.

Step 4: Attaccare le ruches (opzionale).

Rifinire l’orlo delle ruches piegando e ripiegando il margine a 0,7 cm e impunturandolo (si può rifinire anche con birillino della tagliacuci come nella foto).

Con un punto dal passo lungo cucire due linee lungo il margine non rifinito della ruches a 0,3 e 0,7 cm dal bordo. Arricciare la ruches.

Rifinire il lato corto delle ruches piegando il margine a 0,3 cm, ripiegando poi a 0,7 e infine cucendo (oppure rifinire con birillino della tagliacuci come nella foto).

Allineare la ruches al lato aperto (quello non ripiegato) della spallina e appuntarla con il dritto contro dritto della spallina. Aggiustare l’arricciatura della ruche in modo da farla coincidere con la lunghezza desiderata.

Cucire la ruche alla spallina con cucitura a 1 cm. Rigirare sul dritto, stirare i margini verso l’interno della spallina,  piegare la spallina a metà per la lunghezza in modo che il margine libero (precedentemente stirato  a 0,7 cm) sia appoggiato all’altro con ruches. Impunturare chiudendo la spallina a 0,3 cm  dalla cucitura  della ruche.

Ripiegare all’interno i lati corti della spallina e impunturare. Ripetere tutto per l’altra spallina.

Step 5: Creare gli scalfi (opzionale).

Segnare sulla fascia del petto dove termina la ruche.

Trasferire i segni all’interno della fascia. Rivoltare la fascia. Disegnare sul rovescio un semicerchio compreso tra i due segni su ciscun fianco della fascia con il margine inferiore della curva a 2,5 cm dalla piegatura.

Cucire lungo la curva, tagliare i margini in eccesso e gli angoli superiori, rivoltare sul dritto e stirare.

Step 6: Creare le pieghe sul davanti e sul dietro del top.

Segnare il centro del davanti (segno viola nella foto). Cominciando a 2,5 cm dal centro, fare tre paia di segni a 2,5 cm di distanza l’uno dall’altro saltando 3,8 cm tra ciascun paio . In altre parole, la spaziatura risulterà così dal centro verso l’esterno: 2,5 cm / 2,5 cm / 3,8 cm / 2,5 cm / 3,8 cm /2,5 cm  (come mostrano i segni blu; solo quelli di destra sono mostrati nella foto sopra).

Ripetere per l’altra parte del davanti, come mostrato nella foto.

Ciascun segno blu della foto corrisponde all’estremità della piega. Piegare il tessuto in modo che il segno blu stia sopra e appuntare la piega. Ogni piega ora misurerà  1,25 cm. Piegare il tessuto in modo che le pieghe siano rivolte verso l’esterno.

Prima di cucire definitivamente le pieghe misurare il margine superiore del davanti per essere sicuri che sia esattamente X cm. (vedi Step 1). Modificare la larghezza delle pieghe se necessario. Cucire ora verticalmente lungo ciascuna piega per 5 cm per fissarla. Nel caso di busti molto larghi lasciare le pieghe libere e cucire invece solo orizzontalmente ciascuna piega per fissarla. Ripetere lo stesso processo per il dietro.

Per chi ha una tagliacuci rifinire i fianchi dei trapezoidi. Altrimenti comunque cucire il davanti al dietro con cucitura a 1 cm, rifinirli con forbice zigzag anti sfilacciamento e stirare i margini aperti.

Step 7: Attaccare le fasce del petto al davanti e al dietro del top.

Aprire la fascia del petto il più possibile. Appuntare il davanti e il dietro alla fascia lungo il margine non ripiegato allineando le cuciture dei fianchi. Cucire con cucitura a 1 cm. Stirare le cuciture verso la fascia e ripiegare la fascia a metà per la lunghezza in modo che il margine libero (precedentemente ripiegato a 0,7 cm) vada a coprire la cucitura appena fatta.

Impunturare dal dritto a 0,3 cm dalla cucitura facendo attenzione a comprendere anche l’altro margine ripiegato e chiudere così la fascia. Per non correre rischi altrimenti, imbastire prima lungo il margine ripiegato sul rovescio, poi impunturare  dal dritto e infine rimuovere l’imbastitura.

Step 8: Attaccare le spalline alla fascia.

Riposizionare le spalline sulla fascia seguendo i segni precedentemente fatti. Impunturare più volte (avanti e indietro) lungo la fascia per fissare le spalline.

Step 9: Sfiancatura (opzionale) e rifinitura dell’orlo.

Questo processo serve a dare al top un aspetto un po’ più sfiancato (migliorando la silhouette). Provare a farlo, eventualmente si può sempre rimuovere la cucitura successivamente.

Rivoltare il top sul rovescio e trovare il centro della cucitura del fianco. Fare un segno a 2/2,5 cm dalla cucitura. Ora disegnare una linea curva dalla fascia del petto al segno del centro e da qui all’orlo.

Cucire lungo questa linea, rifinire (se si è sicuri) i margini con forbice zigzag anti sfilacciamento e stirarli aperti.

Orlo inferiore. Piegare il margine a 1 cm, stirare e ripiegare di nuovo a 1 cm. Impunturare. In alternativa fare un orlo invisibile o usare il birillino della tagliacuci.

Step 10: Creare e attaccare le tasche (opzionale).

Piegare i pezzi delle tasche a metà dritto contro dritto. Cucire tutt’attorno con cucitura a 0,7 cm dal bordo, lasciando aperti 5 cm lungo il margine inferiore. Stirare, tagliare gli angoli, rigirare sul dritto, stirare di nuovo.

Posizionare le tasche sul top dove desiderato (ad esempio appoggiate alle cuciture dei fianchi come nella foto all’inizio). Impunturare i lati e il sotto delle tasche chiudendo, via via che si cuce, anche l’apertura del lato inferiore.

Alternative di top senza tasche e senza ruches.

Buon divertimento!

45 thoughts on “Top con ruches – tutorial di MadebyRae”

  1. I’m truly enjoying the design and layout of your website. It’s a very easy on the eyes which makes it much more pleasant for me to come here and visit more often. Did you hire out a designer to create your theme? Superb work!

  2. Does anyone know what happened to Dimepiece Los Angeles celebrity streetwear brand? I seem to be unable to check out on Dimepiecela site. I’ve read in Cosmopolitan that they were acquired by a UK-based hedge fund in excess of $50 million. I have just bought the Dimepiece International Playa Duffel from Amazon and absolutely love it xox

  3. By way of introduction, I am Mark Schaefer, and I represent Nutritional Products International. We serve both international and domestic manufacturers who are seeking to gain more distribution within the United States. Your brand recently caught my attention, so I am contacting you today to discuss the possibility of expanding your national distribution reach.We provide expertise in all areas of distribution, and our offerings include the following: Turnkey/One-stop solution, Active accounts with major U.S. distributors and retailers, Our executive team held executive positions with Walmart and Amazon, Our proven sales force has public relations, branding, and marketing all under one roof, We focus on both new and existing product lines, Warehousing and logistics. Our company has a proven history of initiating accounts and placing orders with major distribution outlets. Our history allows us to have intimate and unique relationships with key buyers across the United States, thus giving your brand a fast track to market in a professional manner. Please contact me directly so that we can discuss your brand further. Kind Regards, Mark Schaefer, marks@nutricompany.com, VP of Business Development, Nutritional Products International, 101 Plaza Real S, Ste #224, Boca Raton, FL 33432, Office: 561-544-0719

  4. By way of introduction, I am Mark Schaefer, and I represent Nutritional Products International. We serve both international and domestic manufacturers who are seeking to gain more distribution within the United States. Your brand recently caught my attention, so I am contacting you today to discuss the possibility of expanding your national distribution reach.We provide expertise in all areas of distribution, and our offerings include the following: Turnkey/One-stop solution, Active accounts with major U.S. distributors and retailers, Our executive team held executive positions with Walmart and Amazon, Our proven sales force has public relations, branding, and marketing all under one roof, We focus on both new and existing product lines, Warehousing and logistics. Our company has a proven history of initiating accounts and placing orders with major distribution outlets. Our history allows us to have intimate and unique relationships with key buyers across the United States, thus giving your brand a fast track to market in a professional manner. Please contact me directly so that we can discuss your brand further. Kind Regards, Mark Schaefer, marks@nutricompany.com, VP of Business Development, Nutritional Products International, 101 Plaza Real S, Ste #224, Boca Raton, FL 33432, Office: 561-544-0719

  5. I run a vape store submission site and we have had a listing from a vape shop in the United States that also offers for sale CBD items. A Month later on, PayPal has written to use to claim that our account has been limited and have requested us to take out PayPal as a payment method from our vape store website directory. We do not offer CBD products such as CBD oil. We merely offer online marketing solutions to CBD firms. I have had a look at Holland & Barrett– the UK’s Leading Wellness Merchant and if you take a close look, you will see that they sell a surprisingly wide-ranging stable of CBD goods, particularly CBD oil and they also happen to take PayPal as a payment method. It emerges that PayPal is applying contradictory standards to many different companies. Because of this limitation, I can no longer accept PayPal on my CBD-related web site. This has limited my payment possibilities and currently, I am heavily dependent on Cryptocurrency payments and straightforward bank transfers. I have spoken to a lawyer from a Magic Circle law practice in The city of london and they said that what PayPal is undertaking is totally illegal and discriminatory as it ought to be applying a consistent criterion to all companies. I am still to speak to a different legal representative from a US law office in London to see what PayPal’s legal position is in the USA. In the meantime, I would be very appreciative if anyone here at targetdomain could provide me with different payment processors/merchants that deal with CBD firms.

  6. I was wondering if anyone knows what happened to Dimepiece Los Angeles celebrity streetwear brand? I cannot proceed to the checkout on Dimepiecela site. I’ve read in Elle that the brand was acquired by a UK hedge fund in excess of $50 million. I’ve just bought the LA OG Heavy Blend Crewneck Sweatshirt from Ebay and absolutely love it xox

  7. I oversee a vape store web directory and we have had a posting from a vape store in the United States that additionally offers for sale CBD items. A Calendar month later on, PayPal has contacted use to say that our account has been restricted and have requested us to get rid of PayPal as a payment solution from our vape shop directory site. We do not sell CBD products like CBD oil. We only offer promotion and marketing professional services to CBD companies. I have taken a look at Holland & Barrett– the UK’s Leading Wellness Store and if you take a good peek, you will see that they supply a pretty extensive variety of CBD goods, particularly CBD oil and they also happen to accept PayPal as a settlement solution. It appears that PayPal is administering twos sets of rules to many different firms. As a result of this constraint, I can no longer take PayPal on my CBD-related online site. This has constricted my payment options and right now, I am seriously contingent on Cryptocurrency payments and straightforward bank transfers. I have spoken to a barrister from a Magic Circle law practice in The city of london and they said that what PayPal is undertaking is altogether against the law and inequitable as it should be applying a systematic benchmark to all firms. I am still to talk with another lawyer from a US law firm in The city of london to see what PayPal’s legal position is in the United States. For the time being, I would be extremely appreciative if anyone here at targetdomain could offer me with alternative payment processors/merchants that work with CBD firms.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *