Giacchina 18-24 mesi – Pattern e Tutorial

P1030880
P1030890
P1030894
P1030876
P1030878
P1030840
P1030843
P1030842

L’idea di fare una giacchina ad Orli mi è venuta da questa bellissima felpa cardigan che la mia amica Christina ha regalato ad Orli qualche mese fa. Il modello (una specie di kimono con cappuccetto) è così semplice che ho pensato di riprodurlo in una giacca per l’autunno con un avanzo di lana cotta usata per la mia giacca.

P1030840

Ecco di seguito il grafico del modello di giacca e cappuccio (stamparli magari un po’ ingranditi e seguire le istruzioni per il disegno a fine post):

P1030876

Particolare del grafico della giacca:

P1030880

E del cappuccetto:

P1030878

La vestibilità è quella per 18-24 mesi (Orli è però abbastanza alto per la sua età).

P1030890

E viene più o meno così.

P1030894

Per ravvivare un po’ la monotonia del colore io ho usato una cerniera e un filo grigio chiaro spesso per fare delle impunture decorative ai lati delle cuciture principali.

P1030842

Infine con dei ritagli ho fatto delle taschine a toppa stondata, anche quelle profilate da impuntura:

P1030843

MARGINI DI CUCITURA(compresi già nel modello):
– orlo 0 cm (taglio vivo)
– spalla sopramanica 1 cm
– metà davanti 1,2 cm (per applicare la zip)
– scollatura 0 cm (taglio vivo)
– fianco e sottomanica 1 cm
– metà dietro 0 cm (da allineare alla ripiegatura della stoffa durante il taglio)
– polso 0 cm (taglio vivo)

COSTRUZIONE DEL GRAFICO DELLA GIACCA:
Costruire un quadrato di 41,5 x 41,5 cm e delimitarne gli angoli con le lettere A,B,C,D. Tracciare una diagonale tratteggiata da A a C. La linea A-D rappresenterà la metà davanti. Per la metà dietro tracciare una parallela rientrata di 1,2 cm dalla linea della metà davanti.
Costruzione della scollatura del davanti:
Misurare 8 cm da A verso D, 7 cm da A verso C e 7,7 cm da A lungo la diagonale verso C. Disegnare una curva connettendo questi 3 punti e mantenedo dritto il tratto per il primo centimetro ad entrambe le estremità.
Costruzione della scollatura del dietro:
Scendere da A-B di 3 cm lungo la linea della metà dietro e connettere questo punto con l’estremità della scollatura del davanti sulla la linea A-B mantenendo il tratto perpendicolare alla linea della metà dietro per i primi 2 cm.
Costruzione della manica:
Scendere di 5 cm da B verso C e segnare il punto, scendere ulteriormente e segnare 13,5 cm rientrando di 1,2 cm all’estremità inferore. Congiungere questo punto con quello più in alto per ottenere il polso della manica.
Connettere il polso con il punto della scollatura lungo A-B per ottenere la linea della spalla e sopramanica.
Costruzione dell’incavo del sottomanica e del fianco:
Misurare e segnare 19 cm da D verso C, questo sarà l’orlo della giacca.
Tracciare una seconda diagonale dal punto di inizio della scollatura lungo la metà davanti fino a C. A partire da C misurare e segnare 28,5 cm lungo entrambe le diagonali. Disegnare una curva passante per i due punti, questo sarà l’incavo del sottomanica. Connettere la curva con il polso e con l’orlo della giacca con linee tratteggiate (non saranno quelle definitive). Per creare una leggera incavatura al sotto della manica e al fianco rientrare rispettivamente di 0,3 cm e di 0,7 cm più o meno a metà delle linee tratteggiate della manica e del fianco. Tracciare quindi le linee definitive eseguendo una leggera curvatura.
Costruzione del cappuccio:
Costruire un rettangolo di 22 cm di larghezza per 27 cm di altezza. Segnare gli angoli con le lettere A,B,C,D. Tracciare una diagonale tratteggiata da A a C.
Per creare la curva della testa misurare e segnare 8 cm a partire da A lungo A-B, 10 cm a partire da A lungo A-D e 3,5 cm da A lungo la diagonale A-C. Passare per questi 3 punti formando una curva.
Per formare l’incavo lungo l’apertura del viso scendere da B lungo B-C di 9 cm e segnare, poi salire da C lungo B-C di 7 cm rientrando di 1,2 cm e segnare. Disegnare la curva dell’incavo del viso partendo da C e passando per il punto rientrato andando a sfumare verso il punto a 9 cm da B.
Per formare l’attaccatura del collo misurare 3,7 cm a partire da D lungo D-C salendo di 1,5 cm e segnare. Misurare e segnare 2 cm da C verso D lungo C-D. Connettere i 2 punti prima con una linea tratteggiata. A partire dall’estremità della linea tratteggiata più vicina a D disegnare una curva salendo di 0,6 cm dalla tratteggiata e andando a finire al punto a 2 cm da C.
Per l’incavo della nuca scendere lungo A-D di 12,5 cm dall’estremità inferiore della curva della testa, rientrare di 4 cm e connettere questo punto con il collo e la stondatura della testa tramite una curva.

Ricalcare le parti del modello dal grafico e procedere al taglio dei seguenti pezzi:
– 2 metà davanti con manica
– 1 dietro con maniche
– 2 metà cappuccio
– eventualmente 2 taschine

Confezione: (istruzioni alquanto succinte e senza foto stavolta ma ho pensato fosse abbastanza facile comunque)
Cucire a 1 cm lungo la linea della spalla-sopramanica. Stirare (col vapore) la cucitura aperta. Eseguire eventualmente le impunture con filo a contrasto parallele a 0,5 cm dalla cucitura principale.
Cucire a 1 cm lungo la linea del fianco-sottomanica. Stirare (col vapore) la cucitura aperta.
Cucire a 1 cm le due metà del cappuccio, stirare (col vapore) la cucitura aperta ed eventualmente eseguire le impunture parallele a 0,5 cm dalla cucitura principale.
Applicare la zip (apribile) alla metà davanti (dritto della zip contro dritto della stoffa) rigirare verso l’esterno e fissare i margini ripiegati con un’impuntura o con punti a mano.
Applicare il cappuccio sovrapponendo il margine di 1 cm alla scollatura della giacca (dritto del cappuccio contro rovescio della giacca)e fissare con una doppia cucitura parallela a 0,3 cm dal margine del collo della giacca (volendo questa può essere l’impuntura col filo a contrasto) e a 0,3 cm dal margine del cappuccio.
Volendo applicare le taschine posizionarle a 3 cm dall’orlo e a 2,5 cm dalla zip e impunturarle col filo a contrasto.

E speriamo di non aver fatto errori 😉 !

Piano cucina da gioco

Quando ho incontrato questa splendida idea sullo spiritosissimo blog Balancing Everything me ne sono subito innamorata e l’ho immediatamente archiviata nei miei progetti futuri.

Non posso ancora dire se Orlando sarà un mago della cucina come suo papà, ma se in futuro dovesse manifestare un certo qual talento culinario allora potrò dire di aver fatto la mia parte incoraggiando le sue inclinazioni con questo bel progettino.

Se invece avrà preso da me allora potrà sempre comunque aver imparato a lavare i piatti sul lavello dopo che qualcun’altro ha cucinato, he he 🙂

Artherapy Giveaway!

E questo non me lo faccio scappare! Sperando che la fortuna mi assista partecipo anch’io al bellissimo Giveaway della multi talentuosa Valentina di Atherapy. In palio un copriblock notes di feltro con ricamo e nastri decorativi, una vera chicca!

Se avrò la mega fortuna di vincere lo voglio usare per tenere il notes dove Orlando disegna quando siamo in viaggio. Ho sempre un mini kit da disegno in borsa perchè lui adora scarabocchiare. Sono sicura che il copri notes così morbidoso e con quel bel granchietto vispo gli piacerebbe un sacco (sì ma glielo cedo solo se fa il bravo e non me lo rovina!!!).

C’è tempo fino a Natale per vincere quindi via al conto alla rovescia e grazie a Valentina per l’occasione!

Una giacca di lana cotta per me

P1030844
P1030845
P1030846

Ancora quando abitavo e lavoravo a Roma (anni fa quindi) ho comprato alcuni metri di una splendida lana cotta da un fornitore austriaco Gottstein.

E’ stata la mia amica Christina ad introdurmi ai piaceri della lana cotta: tenuta del modello favolosa, calore assicurato, non servono fodere e orli, fantastico per una sarta!!!

Dopo anni di attesa sono finalmente riuscita a cucirmi una giacca grazie anche al modello regalatomi dalla sempre magnifica Christina (altrimenti se dovevo fare anche il modello aspettavo un’altra vita!).

P1030845

E’ semplicissima ma praticissima e per darle un po’ di colore ho aggiunto questo papavero a crochet che ho trasformato in spilla (dallo splendido packaging del giveaway di Enchanted Mama).

P1030846

Poi, siccome avanzava ancora della stoffa ho fatto una giacchina anche ad Orli, di cui arriverà presto grafico del modello e tutorial.

P1030844

Io adooooro la lana cotta!

Berretto da gnomo – Tutorial e pattern

P1030798
P1030799

P1030798

L’idea di questo cappello da gnomo mi è venuta da una combinazione di idee: una carinissima felpa stampata che non mi va più bene ma che mi dispiaceva dare via, un cappellino, appunto da gnomo, che  lo zio Andrew ha regalato ad Orli un po’ di tempo fa e i bellissimi costumi da gnomo di Halloween che Enchanted Mama ha fatto per i suoi bimbi.

Ho pensato che un pizzico di fiaba nella vita di tutti i giorni non guastasse e così ecco sfornati questi due cappellini, uno per Orli (con il rovescio della stoffa visto che le stelline rosa forse non sono proprio adatte) e uno per la cuginetta Freya.

La confezione è davvero rapidissima. Io, per assicurare una maggiore aderenza alla testa e dare una variante di tessuto ho usato come bordo l’orlo della felpa ma si può fare benissimo tutto il cappellino di un solo tessuto (come nel grafico).

Se avete bimbi, nipotini, amichetti vari è un regalino super veloce e divertente!

P1030799

Modello: (per una circonferenza capo di 48 cm)
Partite a disegnare il rettangolo della base fino a 11 cm di altezza cominciando a creare una curva per poi decrescere fino alla punta.

 Gnome-hat-pattern

Confezione: (usare tessuto elastico!)
Tagliare il berretto appoggiando il modello sul tessuto doppiato.
Se usate un tessuto diverso per il bordo da risvoltare (fascia alta 6 cm) ricordatevi di aggiungere i margini di cucitura (che non ho indicato nel grafico sopra)!
Cucire lati lunghi del berretto e rifinire i margini a tagliacuci o in altro modo.
(Se usate il bordo di tessuto diverso cucire i lati e poi attaccarlo al berretto, dritto del bordo contro rovescio della stoffa, con cucitura elastica.)
Rifinire l’orlo del berretto (o dell’eventuale bordo di tessuto diverso, questa rifinitura sarà a vista).
Risvoltare il bordo verso l’interno del cappello e stirare (se usate il bordo di tessuto diverso lo rivolterete invece verso l’esterno del berretto).
Impunturare attorno al margine del bordo ripiegato con cucitura elastica.

Una romantica idea utile

Questa idea carinissima, del pizzo usato come sfondo ad una cornice per attaccarci i gioiellini vari, l’ho vista su Sew Mama Sew ed è di Curiouser & Curiouser un blog davvero interessante redatto da un gruppo di amici e amiche creativi. Magari se trovo delle vecchie cornici stile vintage a qualche mercatino mi cimento anch’io con i miei avanzi di pizzo vari. Anche come regalino non è niente male.

Tutorial scarpe vikinghe, straordinario!

Ringrazio Zarinaia per aver segnalato questo spettacolare tutorial nel suo interessantissimo blog, penso sia finora il tutorial più bello e originale che ho mai visto nel web!

Il tutorial è di Earth and Living (tutto il blog, da cui ho tratto la foto sotto, è bellissimo!) e insegna come fare delle scarpe in pelle in stile vikingo autentico … andar subito a vedere per credere!

Portavivande di stoffa

P1030422
P1030423

P1030422

Ecco un nuovo progettino futuro facile facile, carino anche per un’idea regalo, soprattutto alle amiche a cui piace cucinare ( e che quindi sono quelle che vengono invitate con la richiesta che portino qualcosa, grazie!).

Questo porta vivande di stoffa l’ho scoperto grazie alla mia amica Jennifer la quale vi ha trasportato un delizioso apple crumble.

Tempo permettendo è nella lista dei miei futuri tutorials.

P1030423

H&M bag

P1030428

P1030428

Questa borsa a saccoccia (nella foto wondermike la teneva tesa per far vedere la forma) l’ho vista sabato scorso da H&M e me ne sono innamorata per la sua semplicità. Voglio rifarla in una stoffa che mi piaccia e spero di riuscire a trovare delle fasce di pelle per fare il manico altrimenti mi inventerò qualcosa in stoffa. Teoricamente dovrebbero essere due rettangoli di stoffa con una zip sopra e una cucitura trasversale agli angoli per creare la stondatura … vedremo quando avrò un po’ di calma per studiare la cosa, chissà che non ci scappi un nuovo tutorial magari un po’ più interessante di quelli fatti da me finora 😐

Per ora l’idea va tra i miei progetti futuri.