I miei regali

Utili, ben pensati, graditissimi, ecco alcuni dei miei regali di Natale:

P1040609

“Good Food, 101 cakes and Bakes” ricette super semplici e super buone di dolci, torte e biscotti vari. Ho fatto subito la prova con questa torta di mele, uva passa e carote e wondermike l’ha decretato il miglior esperimento da me fatto finora, qualcosa vorrà pur dire eh?

Insieme c’era anche questo libro con ricette semplici e ad effetto di piatti unici. Non ho ancora provato nulla da qui ma lo farò presto!

P1040584

Con grande sorpresa e con altrettanto piacere ho ricevuto questo libro documentario sui più spettacolari ed estravaganti comportamenti di alcune specie animali. Adoro tutto ciò che è natura e soprattutto come viene raccontata dai meravigliosi  documentari della BBC!

P1040579

Angioletti gurdiani della felicità della casa dalla dolcissima Marta.

P1040567

Un regalo anche questo, una telefonata dagli amici Francesco e Manami dal Giappone!

P1040523

La mia cera per capelli preferita.

P1040499

“The shock doctrine” il nuovo libro di Naomi Klein, sulle macchinazioni segrete dei governi del mondo, l’affermazione del capitalismo come finto mercato libero e le conseguenze in termini di guerre e sfruttamento globalizzato di interi popoli. Non sarà una lettura leggera lo so, ma non vedo l’ora di cominciarlo!

Grazie anche a Jane per il mio nuovo mascara nonchè una bellissima spilla di cui purtroppo non ho fatto la foto.

E grazie anche ad Isabella per il mio bonus per un super massaggio rilassante, mmmmmhhhhh non vedo l’ora!

“Our Babies Ourselves” – Meredith F. Small

Questo libro è decisamente uno dei più belli che ho mai letto sulla maternità!

Analizza con taglio antropologico una carrellata di stili genitoriali durante i primi mesi e anni di vita del piccolo. Dal quadro ne emerge una visione assolutamente coinvolgente dell’importanza del contatto fisico genitore-figlio come pratica il più vicino possibile alle esigenze tanto fisiologiche quanto psicologiche del cucciolo di uomo. Queste sono elencate e spiegate con precisione scientifica ma anche con una brillante narrativa ed un calore avvincente. Non manca una critica sana sulla società moderna e su come in mode delle sue esigenze di mercato siano stati sacrificate tante di quelle che sono le esigenze primordiali di un bambino ospedalizzazione del parto e separazione alla nascita; incoraggiamento all’ allattamento artificiale e mancanza di vero supporto a quello naturale; mancanza di contatto fisico col bambino relegato in sdraiette, seggioloni, passeggini, etc; attribuzione al co-sleeping di esser causa di una mancanza di indipendenza nel bambino cresciuto; e via così.

Questo libro ha cambiato il mio modo di essere madre o meglio ha dato conferma a quelli che erano i miei istinti innati. Mi ha aiutato a metter da parte tante convenzioni e raccomandazioni e a seguire il mio cuore e quello che sentivo esser giusto per noi!

P.s.-Il libro è in lingua inglese ma molto scorrevole e facile.

The Gruffalo

L’occasione per parlare di Gruffalo, un mostro un po’ sempliciotto, che piace da matti a Orli mi è data da questo articolo della BBC che annuncia un film di animazione con tutti i personaggi del libro.

Orli ha cominciato da un paio di mesi ad apprezzare tanto le vicende di questo mostro. A tal punto che, curiosando nel sito a lui dedicato, ho trovato anche i modelli per fargli un regalo di Natale sicuramente gradito:

P1040385

un gruffalo da appendere all’albero e uno con cui giocarci. Sempre rigorosamente handmade da mamma!

P1040388

Il libro (in inglese) lo consiglio davvero a tutti, è spassosissimo, semplice e davvero intelligente!

Autobiography of a ONE YEAR OLD

Probably the funniest “parenting” book I have ever red. Ironic but full of big truths it helps you to put everything in perspective and doing so it helps you truly enjoying motherhood!

Il libro più divertente che ho mai letto della mia libreria di mamma. Ironico ma pieno di verità ti aiuta a vedere tutto con una prospettiva divertente che ti aiuta a divertirti nel tuo mestiere di mamma (si sa non facile!).

Rosie & Flo Coloring books

Quando Orlando era ancora in pancia, non sapevo se fosse maschio o femmina, e abitavo a Londra dove ho visto un libretto di quelli da colorare di cui mi sono letteralmente innamorata per la bellezza della grafica e la dolcezza delle immagini. L’ho comprato come primo regalo per il futuro bimbo/a anche se l’avrebbe usato soltanto qualche anno dopo e anche se era più da femminuccia che altro.

Penso che al mio prossimo viaggetto in Inghilterra ne prenderò un altro stavolta per maschietto, anche se sono tutti splendidi!

Ho vinto!!! Fantastico

Li vedete questi bellissimi libri, uno sulla bellezza del blogging e l’altro sul piacere della “domesticità” ???

Ebbene li ho appena vinti partecipando ad un giveaway in uno dei miei blog preferiti Enchanted Mama (il nome è già un programma)!

Sono al settimo cielo per la gioia perchè è la mia prima vincita ad un giveaway; perchè il premio arriva da una donna che ammiro e che è fonte di ispirazione per me (lei come altre affascinanti donne-madri-creative, straniere e italiane); perchè questi libri sono capitati in un momento in cui il mio percorso personale mi stava esattamente indirizzando verso il loro contenuto … quale migliore messaggio del destino che sto seguendo la giusta direzione?!

Il mio cuore è gonfio di gratitudine sincera!

Grazie ancora alla dolcissima Kellen di Enchanted Mama

Nuove letture

P1030255

Dei bellissimi Handmade Home e The Creative Family di Amanda Blake Soule ho già parlato altrove, inoltre sono arrivati Patchwork Style (35 simple projects for a cozy and colorful life) di Suzuko Koseki, Zakka Sewing (25 japanese projects for the household) di Therese Laskey e China Mori, infine Taking Flight ( inspiration and techniques to give your creative spirits wings) di Kelly rae Roberts.

P1030255

Ho la testa che scoppia a forza di pensare a tutte le cose che vorrei ma che non ho il tempo di fare!

Queste letture poi piene zeppe di idee e di creatività in un certo senso non aiutano ma comunque mi rendono felice e … chissà che mano a mano che Orlando diventa un po’ più grandicello e indipendente io riesca anche a cominciare (e finire!) qualche bel progetto.

Qualche altra idea di libro carino?

Kimono as Art

La bellezza e la complicatezza dei kimoni quasi mi intimoriscono…confesso che mi piacerebbe enormemente riuscire a trovare un libro che spiegasse come confezionarne uno senza essere esperti e senza impazzire.

Nel frattempo mi limito a desiderare di comprare questo libro dalle splendide illustrazioni.

Il libro presenta 55 creazioni del maestro del kimono giapponese Itchiku Kubota (1917-2003). Inizialmente intenzionato a rivelare i segreti della tintura e della pittura su tessuto dei secoli 14°-17°, Kubota in seguito inventò un metodo completamente originale di decorazione.

Il suo lavoro combina punti resistenti e disegno ad inchiostro con una complessa stratificazione di colori per ottenere paesaggi incredibilmente splendidi su superfici riccamente texturizzate e e un immaginario naturale quasi impressionistico mai visto prima nell’arte tessile.

The no-cry sleep solution

Tra tutti i libri sul sonno dei neonati e bambini che ho letto ( e non sono proprio pochi) questo è quello che mi è piaciuto di più  e che ho trovato più in sintonia con il mio modo di esser mamma.

Al tempo (fino ai 14 mesi circa) Orlando ancora si svegliava di notte dalle 2 alle 4 volte e io lo allattavo per riaddormentarlo (e così dormire un po’ di più anch’io!) ed ero molto stanca di questa situazione.

Per fortuna al mattino non dovevo andare a lavorare (e qui ringrazio sempre wonderMike che provvede per la nostra famiglia) ma comunque 14 mesi di sonno interrotto non sono facili per nessuno penso..

Così dopo aver messo da parte (onestamente alquanto inorridita) il famosissimo Estivill (prestatomi da un’amica) mi sono messa alla ricerca di qualche altro consiglio più consono alla mia mammità e ho trovato questo libro.

L’autrice, dopo aver analizzato i pro e i contro dei vari altri “metodi” promuove un approccio estremamente dolce e graduale al problema sonno (risvegli notturni, addormentamento ma non solo).

Il percorso da lei suggerito, coadiuvato di schede e verifiche varie, non è rapido nè indolore (per la mamma, cioè prevede MOLTA  pazienza e dedizione) ma è sicuramente il più rispettoso del neonato o  bambino piccolo inserendosi perfettamente in quel modello di genitorialità che chiamano attachment parenting.

Devo dire onestamente che non ho nemmeno fatto in tempo a mettere in pratica assiduamente il metodo suggerito dalla Pantley perchè Orlando ha cominciato a svegliarsi meno e quindi io mi sentivo sempre meglio.

Probabilmente lui era semplicemente PRONTO a dormire meglio e questo è quanto. Ora dorme splendidamente le sue 10-11 ore e si sveglia pimpante e allegro…

Quando si sveglia, io lo guardo con un occhio ancora mezzo chiuso … penso tra me e me a tutti i risvegli, a tutte le poppate a tutti i pianti di stanchezza che io mi sono fatta in passato e comunque sorrido perchè in fondo so che invece LUI non ha mai avuto bisogno di piangere !

Morale: penso proprio che i bambini cominciano a dormire bene quando sono fisiologicamente pronti per farlo (e se piangono lo fanno sempre per qualche motivo valido!).

Leggere  un valido testo con buoni e sensati consigli è comunque sempre un aiuto importante per mamme che si sentono perse e stanche. Questo io lo consiglio di cuore!

The Creative Family

Attualmente sto leggendo…

Questo è il libro che sto leggendo attualmente, sempre la mitica Amanda di Soulemama, autrice di Handmade home!

Il libro vive sul mio comodino e appena appoggio Orlando sul letto, dopo averlo addormentato tra le mie braccia (sì sono una di quelle madri snaturate che coccolano i figli per addormentarli!), prendo in mano il libro e mi immergo in questo piccolo universo di creatività familiare, fatta con le cose più semplici ma non per questo meno d’effetto.

Ma, come succede ad altre, questa non sarà una lettura che, una volta finita, metterò da parte. Questo è un libro da tenere sempre aperto e da sbirciare per rinfrescarsi e rinnovarsi nelle idee, per ricaricarsi di nuova energia creativa.

La semplicità della scrittura e la confidenzialità affettuosa dell’autrice sono incredibilmente invoglianti per me, mi sembra quasi un’amica che ti apre le porte del salotto di casa sua per farti sbirciare che cosa succede dentro…è poco bello questo senso di intimità tra mamme? Io lo adoro!