Tutorial culinari di Artherapy

E’ da qualche giorno che ho scoperto questi carinissimi tutorial culinari di Artherapy e ho deciso di dedicarvi un post perchè mi piace tantissimo l’aria di intimità delle foto, come di un’amica che ti apre la porta della sua cucina!

E’ anche appena partito un giveaway pazzesco (in onore del suo prossimo compleanno – auguroni in anticipo!) per vincere delle splendide stoffe dipinte a mano … un’occasione da non perdere per avere qualcosa di assolutamente unico e prezioso (eh sì per me stoffe=gioielli!).

Tornando in cucina, le ricette sanno di semplice e di buono e per una che non è un drago in cucina come me mi sembrano super dettagliate e facili.

Ecco quali in particolare voglio sperimentare:

Queste barrette (riciclo intelligente di uova pasquali) mi ricordano le torte di Mars e Rice Crispies delle festine adolescenziali, mmmmmmhhhhh divine!

Il pesto, un classico ma carinissima l’idea delle miniporzioni!

E infine la marmellata (questa è di fragole!), che mi ha sempre spaventato fare perchè mi sembrava troppo lavoro…

Liberty Fabrics

P1030284
P1030279

P1030284

Se un uomo volesse conquistarmi (o riconquistarmi, chissà!) non deve regalarmi anelli di brillanti perchè questi sono i miei tesori … tessuti bellissimi dai colori meravigliosamente accostati e dai grafismi sempre nuovi e delicatissimi.

Ho sempre adorato Liberty per i suoi tessuti e quando avrò finito la mia scelta definitiva (è così difficile con tanta bellezza, ogni fogliettino giallo è un’opzione) farò l’ordine per i miei futuri progetti. Non vedo l’ora!

P1030279

Agente Liberty Fabrics per l’Italia:

Paolo Donigaglia
Pugliese & Moscato Rappr. Srl
Via P. Toscanelli, 2
50129 Firenze
tel. 055470895
fax 055472723

Tutorial e progetti futuri

Questi sono alcuni dei bellissimi tutorial che ho trovato surfando tra i blogs e che spero diventino i miei futuri (non troppo lontani) progetti:

  • Semplicissima ma romanticissima questa borsa:

 Picture 4

  • Sono una principiante ma il tutorial di questo dolcissimo quilt lo voglio provare:

>Con l’inverno che avanza Orli avrà pure bisogno di un cappellino:

Asilo – day II

P1030274
P1030276

P1030274

Non è che adesso per ogni giorno di asilo farò il reportage … ma sono contenta del processo di inserimento di Orlando che sto facendo. Oggi mi sono persa a giocare con i bimbi e a far finta di essere un’operatrice che lavora lì  e non volevo più andarmene … e non perchè volessi tener sott’occhio Orli, anzi lui mi ignorava bellamente (per fortuna), ma perchè mi divertivo da matti a giocare con gli altri bambini.

P1030276

Asilo

P1030269

P1030269

Ah ci siamo … il momento è finalmente giunto … oggi abbiamo cominciato l’inserimento di Orli all’asilo!!!

Dopo aver cercato per mesi un asilo in zona che lo prendesse soltanto un paio di pomeriggi la settimana e non fosse un triste baby parking sono approdata al Pollicino. Per oggi che sono sempre rimasta nella stanza con lui  e gli altri bimbi e bimbe è andata meravigliosamente. Così farò anche domani ma con l’andare del tempo mi allontanerò per periodi sempre più lunghi e vedremo allora davvero se lui soffrirà la separazione e quanto…

Per scelta non ho portato Orlando all’asilo prima perchè ritenevo che fino ad ora gli potesse bastare l’ambiente familiare e il contatto con i bimbi al parco (almeno 1 volta al giorno) ma ultimamente l’ho visto pronto per socializzare più a fondo e spero che il processo di inserimento lo aiuti anche ad essere un po’ meno mammone.

E’ un grande passo per noi come famiglia anche se si tratta di solo 2 volte la settimana per 3 ore, ma vogliamo fare le cose con delicatezza e speriamo di farcela. La maggior parte delle mamme sono costrette a portare il loro bimbo all’asilo anche piccolissimo e non oso immaginare la difficoltà di gestire questa scelta…mi ritengo fortunata di aver potuto scegliere io cosa fosse meglio per lui basandomi sull’osservazione delle sue esigenze.

Guardare i bambini che giocano e familiarizzano insieme nel giro di pochi minuti oggi è stato un altro grande ragalo!

E tanto di cappello alle ragazze che lavorano come operatrici, è un lavoro DURO, di grande responsabilità e quando è fatto bene è un bene prezioso per la società intera.

Pasta d’autunno

P1030263
P1030257
P1030258
P1030259
P1030260
P1030261

L’idea per il pranzo di oggi mi è venuta da un bellissimo post sui sapori d’autunno di Ellen di The Long Thread che segnalava, tra le altre, questa stupenda ricetta di The Kitchn.

L’ho provata e devo dire che sono molto orgogliosa del risultato! Sì sì lo so … è una cosa in fondo semplice, ma per una come me che è una vera capra in cucina, con un marito invece (seppur inglese) dall’incredibile talento culinario, col quale il confronto è aimè schiacciante, è una vera conquista!

Allora dicevamo… Pasta saltata con zucca, pinoli e salvia: Ingredienti (per 2 persone):
1/2 zucca butternut (quella oblunga) piccola
1/2 cipolla piccola
1 spicchio di aglio
2 cucchiai di pinoli
1 ventina di foglie di salvia fresca
180 gr di pasta (corta)
2 fettine di speck (questa è una mia idea ma ne vale la pena!)
3 cucchiai di parmiggiano grattuggiato

P1030257

Accendere il forno al massimo e mentre va in temperatura sminuzzare la cipolla, l’aglio, metà della salvia e tagliare la zucca a cubetti. Adagiare la zucca in una teglia, spolverarci sopra la cipolla, l’aglio, la salvia, un pizzico di sale e un filo d’olio e infornare per 20 minuti. Al termine dei 20 min tirar fuori la zucca, mescolarla un po’ e reinfornare per altri 10-15 minuti. Nel frattempo accendere l’acqua della pasta. Tostare i pinoli e metterli da parte.

P1030258

Quando l’acqua bolle buttare la pasta e durante il tempo di cottura friggere la rimanente salvia in una padellina di olio bollente (ma attenzione che non sia fumante!) …

P1030259

… e lo speck in un’altra padellina con del burro molto caldo, fino a che non diventano entrambi increspati e croccanti (è questione di pochi secondi). Scolare e far riposare su carta assorbente e cospargere solo la salvia con un pizzico di sale.

P1030260

Togliere la zucca dal forno. Subito prima di scolare la pasta versare un filo d’olio in una padella capiente e accendere il fuoco.

P1030261

Scolare la pasta, unirla alla zucca, e saltarla nella padella continuando a rigirare per 5 minuti. Quando la pasta comincia a formare una crosticina croccante sbriciolarvi sopra la slavia fritta, unire lo speck, i pinoli, spolverare di parmigiano e rigirare per amalgamare il tutto per un altro minuto.

P1030263

Impiattare, servire e possibilmente gustarsi pasta e complimenti!

Nuove letture

P1030255

Dei bellissimi Handmade Home e The Creative Family di Amanda Blake Soule ho già parlato altrove, inoltre sono arrivati Patchwork Style (35 simple projects for a cozy and colorful life) di Suzuko Koseki, Zakka Sewing (25 japanese projects for the household) di Therese Laskey e China Mori, infine Taking Flight ( inspiration and techniques to give your creative spirits wings) di Kelly rae Roberts.

P1030255

Ho la testa che scoppia a forza di pensare a tutte le cose che vorrei ma che non ho il tempo di fare!

Queste letture poi piene zeppe di idee e di creatività in un certo senso non aiutano ma comunque mi rendono felice e … chissà che mano a mano che Orlando diventa un po’ più grandicello e indipendente io riesca anche a cominciare (e finire!) qualche bel progetto.

Qualche altra idea di libro carino?

Angolo merceria

P1030250
P1030251
P1030252

Ieri wondermike mi ha montato, nel bugigattolo ricavato nella veranda che io chiamo studio, questa scaffalatura metallica (residuo dei pezzi che abbiamo salvato dal suo ufficio ancora quando eravamo a Roma…) che andrà a raccogliere tutto il marasma di pizzi, nastri e ammenniccoli vari di merceria che prima giaceva ammassato dentro a scatoloni dimenticati in un armadio del suo studio.

P1030250

Devo dire che riordinare mi dà un grande senso di benessere e quindi anche se fuori c’è una splendida giornata ho scelto di rimanere a casa e spedire Orli e papà da soli al parco per potermi dedicare alla mia sistemazione.

P1030251

Per fortuna il tutto è durato non più di una ventina di minuti e finalmente il contenuto delle scatole è stato rismistato con una certa logica e riposto sugli scaffali, hhhoooohhhhh…sospiro di sollievo.

P1030252

E adesso? Beh un altro piccolo passo verso il mio rilancio da crafter è stato fatto  e già questo per oggi mi basta. Ho imparato, da quando c’è Orli, di non potermi permettere altro che piccoli passi ma anche a gioirne.

Face painting

P1030197
P1030198
P1030199
P1030200
P1030201
P1030202

We started painting on our little blackboard in the lounge then moved to daddy’s studio to check on him and say hello (by the way come on daddy, stop working is friday night).

P1030197

Then in front of such a big mirror we had the bright idea of using the chalks on our faces,

P1030198

I was so curious to see Orli’s expression at that point.

P1030199

And he LOVED IT!!!

P1030200

And kept doing it until our faces where a rainbow.

P1030201

It’s been one of the funniest things we’ve done and so liberating too!

P1030202

Then Orli and daddy had a session of wild dancing to celebrate the face painting…but that’s going to be another post.