Quel che resta dell’estate…

P1030458
P1030459

P1030458

Mi ero ripromessa di fare il pesto, seguendo la ricetta (della mamma) di Valentina di Artherapy ed ecco qua!!!

Oddio non è che ne sia venuto tanto visto che ho praticamente rasato tutta la pianta del basilico in terrazza, ma quello avevo e il risultato è stato comunque ottimo! Grazie Valentina per aver condiviso i tuoi segreti culinari 😉

Stessa rasatura l’ ho fatta al prezzemolo, prima che appassisse tutto dal freddo in arrivo, e ho messo in freezer il sacchettino. L’origano invece mi fa da decorazione. Infine ho tagliato la salvia e ho fatto le foglioline fritte con una spolveratina di sale come antipasto a pranzo.

Il mio micro-giardino in terrazzo è andato ma intanto mi sono gustata i suoi prodotti!

P1030459

Tutorial culinari di Artherapy

E’ da qualche giorno che ho scoperto questi carinissimi tutorial culinari di Artherapy e ho deciso di dedicarvi un post perchè mi piace tantissimo l’aria di intimità delle foto, come di un’amica che ti apre la porta della sua cucina!

E’ anche appena partito un giveaway pazzesco (in onore del suo prossimo compleanno – auguroni in anticipo!) per vincere delle splendide stoffe dipinte a mano … un’occasione da non perdere per avere qualcosa di assolutamente unico e prezioso (eh sì per me stoffe=gioielli!).

Tornando in cucina, le ricette sanno di semplice e di buono e per una che non è un drago in cucina come me mi sembrano super dettagliate e facili.

Ecco quali in particolare voglio sperimentare:

Queste barrette (riciclo intelligente di uova pasquali) mi ricordano le torte di Mars e Rice Crispies delle festine adolescenziali, mmmmmmhhhhh divine!

Il pesto, un classico ma carinissima l’idea delle miniporzioni!

E infine la marmellata (questa è di fragole!), che mi ha sempre spaventato fare perchè mi sembrava troppo lavoro…

Pasta d’autunno

P1030263
P1030257
P1030258
P1030259
P1030260
P1030261

L’idea per il pranzo di oggi mi è venuta da un bellissimo post sui sapori d’autunno di Ellen di The Long Thread che segnalava, tra le altre, questa stupenda ricetta di The Kitchn.

L’ho provata e devo dire che sono molto orgogliosa del risultato! Sì sì lo so … è una cosa in fondo semplice, ma per una come me che è una vera capra in cucina, con un marito invece (seppur inglese) dall’incredibile talento culinario, col quale il confronto è aimè schiacciante, è una vera conquista!

Allora dicevamo… Pasta saltata con zucca, pinoli e salvia: Ingredienti (per 2 persone):
1/2 zucca butternut (quella oblunga) piccola
1/2 cipolla piccola
1 spicchio di aglio
2 cucchiai di pinoli
1 ventina di foglie di salvia fresca
180 gr di pasta (corta)
2 fettine di speck (questa è una mia idea ma ne vale la pena!)
3 cucchiai di parmiggiano grattuggiato

P1030257

Accendere il forno al massimo e mentre va in temperatura sminuzzare la cipolla, l’aglio, metà della salvia e tagliare la zucca a cubetti. Adagiare la zucca in una teglia, spolverarci sopra la cipolla, l’aglio, la salvia, un pizzico di sale e un filo d’olio e infornare per 20 minuti. Al termine dei 20 min tirar fuori la zucca, mescolarla un po’ e reinfornare per altri 10-15 minuti. Nel frattempo accendere l’acqua della pasta. Tostare i pinoli e metterli da parte.

P1030258

Quando l’acqua bolle buttare la pasta e durante il tempo di cottura friggere la rimanente salvia in una padellina di olio bollente (ma attenzione che non sia fumante!) …

P1030259

… e lo speck in un’altra padellina con del burro molto caldo, fino a che non diventano entrambi increspati e croccanti (è questione di pochi secondi). Scolare e far riposare su carta assorbente e cospargere solo la salvia con un pizzico di sale.

P1030260

Togliere la zucca dal forno. Subito prima di scolare la pasta versare un filo d’olio in una padella capiente e accendere il fuoco.

P1030261

Scolare la pasta, unirla alla zucca, e saltarla nella padella continuando a rigirare per 5 minuti. Quando la pasta comincia a formare una crosticina croccante sbriciolarvi sopra la slavia fritta, unire lo speck, i pinoli, spolverare di parmigiano e rigirare per amalgamare il tutto per un altro minuto.

P1030263

Impiattare, servire e possibilmente gustarsi pasta e complimenti!

Insalata d’autunno

P1030190
P1030192
P1030194

Questa è una fantastica ricetta che ho trovato su Epicurious, l’ho provata e tradotta:

Insalata di zucca speziata, lenticchie e caprino – Ingredienti (x 2 persone):

1 lattina piccola di lenticchie lessate (ne serviranno 4-5 cucchai)
1/2 zucca butternut (quella oblunga) piccola
Olio d’oliva (tenere divisi)
1 cucchiaino di cumino in polvere
1 cucchiaino di paprika
1/2 cucchiaino di sale
2 manciate abbondanti di spinacini freschi da insalata
2 caprini
1 dozzina di foglioline di menta
1 cucchiaio disemi di zucca sgusciati
2 cucchiai di aceto balsamico per condire (opzionale)

P1030190

Accendere il forno al massimo. Preparare la polpa della zucca in cubettoni, adagiarli in un contenitore da forno basso o direttamente su un foglio di carta forno sulla teglia. Mescolare in una tazza 2 cucchiai di olio, il cumino, la paprika e il sale e versare il composto sulla zucca. Mettere in forno per 20 minuti, tirare fuori e rigirare i cubettoni un po’, poi rimettere in forno per altri 10-15 minuti.

P1030192

Tirare fuori la zucca e lasciarla raffreddare.  Nel frattempo tostare i semi di zucca e sminuzzare le foglie di menta. Lavare e scolare le lenticchie.

Disporre gli spinacini sul piatto, versarvi sopra le lenticchie, la zucca con il sughetto di cottura, il caprino sbriciolato grossolanamente, i semi di zucca e l’olio. Aggiungere una spruzzata d’aceto e un po’ di pepe se piace.

P1030194

E buon appetito!

Una cena tra amici

P1020602
P1020604
P1020612
P1020613

E’ sabato pomeriggio, Orli sta giocando a preparare qualcosa anche lui mentre wondermike ha già affettato, preparato, avviato la cenetta di stasera: vengono amici da noi!

P1020602

Il menù di wondermike prevede una tarte salata ai pomodori (contributo della mia amica Pilar) come antipasto; petti di pollo alla griglia su un letto di ratatouille (chicket fillet with aubergine, courgette and tomato ragout) secondo il libro Fast Food del buon Gordon Ramsay; un gratin di patate secondo Gary Rhodes e per finire un gelatino alla banana fatto in casa da me (quale modesto contributo alla serata direte voi…).

P1020604

Ore otto, finalmente arrivano gli ospiti e con loro la magnifica tarte.

P1020612

Dopo l’aperitivo ero già partita e ho smesso di far foto ma la serata è stata magnifica, la compagnia ottima e wondermike, come al solito, ha sorpreso tutti con la sua bravura culinaria!

E pensare che, quand’ero ragazzina, una semplice cenetta tra amici mi sarebbe sembrato TROPPO poco per movimentare e riempire un sabato sera mentre ora è per me un traguardo e un piacere unico.

Grazie amici…alla prossima!

P1020613